Linfodrenaggio con metodo Vodder

Il massaggio linfatico manuale o DLM è quell'insieme di tecniche manuali utilizzate per facilitare il flusso dei liquidi in eccesso, che la linfa raccoglie e purifica nel suo passaggio attraverso i linfonodi, prima di rientrare nel sangue. Il massaggio favorisce il passaggio all'interno dei capillari linfatici di tutti i residui presenti nei tessuti. Elimina il ristagno della circolazione linfatica, stimola la fuoriuscita dai linfonodi delle cellule immunitarie (che passando nel sangue aumentano la capacità di difesa dell'intero organismo contro le infezioni di qualunque tipo).

Il linfodrenaggio manuale, se effettuato da operatori adeguatamente formati, può essere utilizzato sia a livello medico che a livello estetico.

Uno degli effetti del drenaggio -ed il beneficio più evidente- è l'effetto antiedematoso. Possiamo dire che la linfa ha la capacità di intervenire nell'eliminazione degli edemi diffusi di Siero che il sangue non riesce ad eliminare del tutto e che la linfa stessa, in condizioni normali, non è in grado di assorbire.
il metodo utilizzato è il Vodder.

Il linfodrenaggio - contrariamente a quanto si potrebbe pensare - è una tecnica difficile da eseguire. L'operatore, infatti, deve conoscere perfettamente il circolo linfatico e le zone da trattare: solo in questo modo, il drenaggio dei liquidi interstiziali e della linfa potrà essere favorito dalle giuste manipolazioni. Lo scopo è quello di indirizzare la linfa verso le zone linfatiche più vicine all'area massaggiata: in questo modo, la circolazione superficiale della linfa e lo scorrimento della stessa è facilitato.

Esistono delle controindicazioni al massaggio linfatico manuale: non devono sottoporsi a linfodrenaggio persone affette da infezioni in fase acuta, eczemi e macchie della pelle, tumori maligni non trattati, insufficienza cardiaca, insufficienza renale, ipertiroidismo, asma bronchiale e bronchiti asmatiche acute, flebiti e tromboflebiti, ipotensione.